Seleziona una pagina

Santa Maria della Vita

A Bologna si nasconde un vero gioiello di Niccolò dell’Arca

Santa Maria della Vita Bologna Compianto sul Cristo Morto

Ci sono luoghi che immancabilmente riportano indietro nel tempo, spesso a quando eravamo bambini e tutto appariva ai nostri occhi maestoso e imponente.

Siamo a Bologna e la chiesa di Santa Maria della Vita per me è uno di questi luoghi.

Di un’indiscutibile bellezza artistica che solo con il passare degli anni ho saputo apprezzare, questa chiesa è stata per molto tempo più che altro un piacevole ricordo.

Ogni sabato, durante il consueto giretto in centro con i genitori e i nonni, era una tappa immancabile.

“Andiamo a vedere Gesù che è morto”

Come si può resistere a una richiesta del genere?

Comunque…

Santa Maria della Vita è nel centro di Bologna. poco visibile, chiusa tra le viuzze dove i colori e i profumi dei piccoli negozi tipici si confondono tra loro.

Ci si potrebbe passare davanti quasi senza accorgersene, nonostante la sua cupola sia la più grande della città.

La sua facciata è piuttosto anonima, ma una volta entrati, la prospettiva cambia decisamente.

E così, un sabato, dopo tanto tempo, durante i miei giretti mattutini, ho deciso di entrare.

 

L’interno

Santa Maria della Vita Bologna Compianto sul Cristo Morto

 

Santa Maria della Vita

Non ricordavo assolutamente la chiesa.

Bellissima, devo dire.

So che la chiesa è molto antica, risale alla metà del XIII secolo, quando venne costruita per la Confraternita dei Battuti, che usavano flagellare il proprio corpo per redimersi dai peccati.

La sua pianta ellittica, l’immagine della Madonna della Vita che sovrasta l’Altare Maggiore.

Ma dov’è il Compianto sul Cristo Morto?

Inizio la visita della chiesa, come è mia abitudine, dalla prima cappella destra, poi la seconda e la terza.

E proprio dopo la terza cappella, c’è la biglietteria.

Sì, perché se l’ingresso alla chiesa è gratuito, l’entrata alla cappella dove si trova quella che è probabilmente la più famosa scultura di Niccolò dell’Arca, è a pagamento.

Finalmente, dopo tanti anni, me lo ritrovo davanti.

Compianto sul Cristo Morto, Niccolò dell’Arca

Non ricordavo che questo gruppo scultoreo si trovasse a destra dell’altare maggiore e tante cose non le sapevo.

Non sapevo che le sette figure in terracotta fossero riprodotte a grandezza naturale, che fossero state realizzate a partire probabilmente dal 1463. All’epoca… eh, sì, perché oramai è il caso di dire “all’apoca”… non sapevo neanche che Niccolo dell’Arca fosse uno degli artisti più significativi di Bologna.

Una cosa, però, la ricordavo bene: il volto disperato di Maria Maddalena.

Finalmente riesco a togliere lo sguardo dal volto di Maria Maddalena.

Ma chi sono i personaggi del Compianto sul Cristo Morto?

Santa Maria della Vita Bologna Compianto sul Cristo Morto

Da sinistra troviamo Giuseppe d’Arimatea, Maria di Giuseppe (o Salome), la Madonna, San Giovanni Apostolo, Maria di Cleofa e Maria Maddalena.

Ai loro piedi giace Gesù, morto.

Ma oltre a conoscere i loro nomi, ricordate anche chi erano questi personaggi?

Certo, la Madonna e San Giovanni Apostolo sono ben noti, ma Giuseppe d’Arimatea? Era lui l’uomo che chiese a Pilato il corpo di Gesù in modo da potergli dare degna sepoltura. Lo portò nel sepolcro e lo avvolse nella Sacra Sindone.

E Maria di Giuseppe, o Salome? Chi era? Era moglie di Zebedeo e madre di Giacomo il Maggiore e Giovanni Evangelista.

Maria di Cleofa, invece, si pensa fosse una parente di Maria e madre di Giacomo Minore, uno dei Dodici Apostoli.

Infine, ecco Maria Maddalena, figura chiave di tutta l’opera, la peccatrice famosa per il lavaggio dei piedi di Gesù.

Se la memoria non mi inganna, ritroviamo qui le tre donne che si recarono al sepolcro e lo trovarono vuoto. Sì, la memoria non mi inganna, erano proprio Salome, Maria di Cleofa e Maria Maddalena.

A questo punto, devo proprio andare, ma non senza la promessa di ritornare presto, magari per visitare anche il vicino oratorio.

Prima di uscire dalla chiesa, un ultimo sguardo alle cappelle del lato sinistro, partendo da quella più vicina all’altare, fino ad arrivare alla porta d’ingresso.

Bellissime anche queste, non c’è che dire.

Ora qualche informazione utile.

 

Indirizzo

Santa Maria della Vita

Via Clavature, 10 – Bologna

Orari d’apertura

La chiesa è aperta tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10:00 alle 19:00, mentre il Compianto sul Cristo Morto è aperto gli stessi giorni dalle 10:30 alle 18:30.

 

Biglietto d’ingresso

L’ingresso alla chiesa è libero.

Il costo del biglietto per visitare la cappella dove si trova il Compianto sul Cristo Morto è attualmente  di 4,00 € (novembre 2018).

Se si intende acquistare il biglietto integrato che permette l’entrata alla cappella, al museo e all’oratorio, il costo è di 8,00 €

 

Come arrivare

La chiesa si trova in Via Clavature, nel pieno centro storico di Bologna.

Se desiderate raggiungerla con mezzi pubblici, vi consiglio di consultare il sito della TPER nella sezione “calcola il tuo percorso”.

 

Translate »