Seleziona una pagina

Zaanse Schans

Il villaggio dei mulini a vento

Zaanse Schans e i mulini a vento

C’è una meta imperdibile per chi visita l’Olanda o semplicemente per chi trascorre qualche giorno ad Amsterdam.

E’ Zaanse Schans, il paese dei mulini a vento, adagiato sulle sponde del fiume Zaan, ad appena 20 km dalla capitale olandese.

Alcuni di voi lo troveranno troppo turistico, quasi costruito e magari un po’ finto, ma a pensarci bene non è esattamente così.

Zaanse Schans è un paese tuttora abitato, dove i cittadini lavorano per fare in modo che l’artigianato non venga subissato da attività più moderne e per mantenere più che mai vive le antiche tradizioni.

Una volta visitato Zaanse Schans avrete la consapevolezza di come si svolgeva la vita nel Settecento. Non solo la vita degli abitanti di questo delizioso villaggio, ma di tutta la zona circostante. E’ un ritorno al passato, un modo per tenere viva la memoria.

Ricordate anche che la maggior parte delle abitazioni e degli edifici che vedete è originale.

La zona industriale che non ti aspetti

Zaanse Schans e i mulini a vento

La prima cosa che noterete avvicinandovi a Zaanse Schans sarà un dolce profumo nell’aria. Profumo di cioccolata, di dolci, di cannella… Questo è quello che più di tutto mi ha colpito avvicinandomi al villaggio, quando ancora non scorgevo i mulini a vento all’orizzonte.

Poi compaiono loro, i protagonisti di questa storia.

Se oggi guardando i mulini a vento vi meravigliate perché magari non ne avete mai visti così tanti nella stessa zona, pensate a quando quest’area ne contava quasi 700, impossibile stabilirne il numero preciso. Zaanse Schans era una vera e proprio zona industriale.

La forza del vento era utilizzata per una serie infinita di cose. Grazie ai mulini si producevano e si producono tuttora olio, farina e senape, così come vernici, cemento e carta. Si macinavano spezie, olive, grano, sassi e legno.

Alcuni di questi mulini sono visitabili internamente e dopo ne vedremo uno più nel dettaglio.

A Zaanse Schans ci sono anche tantissimi musei, cosa alquanto particolare per un villaggio di queste dimensioni.

E così, i più curiosi potranno conoscere da vicino la vita degli abitanti di Zaanse Schans, le loro abitudini, i vestiti, potranno aggirarsi tra quella che era un’antica drogheria o all’interno di una fabbrica di cioccolato.

E’ particolarmente interessante anche visitare le botteghe dove gli artigiani sono al lavoro per portare avanti le loro tradizioni e fare conoscere i loro manufatti ai visitatori. Dalla bottega degli zoccoli a quella del formaggio, dalla fonderia alla distilleria, passando per la fabbrica del cioccolato e dei biscotti.

E si può proprio approfittare di queste botteghe per scegliere i souvenir da riportare a casa al termine della vacanza.

Ma andiamo con ordine e facciamo una passeggiata virtuale a Zaanse Schans.

 

Tra botteghe e musei

Zaanse Schans e i mulini a vento

Una volta entrati nel piccolo villaggio, vi imbatterete quasi subito in un museo e in una bottega.

Museum Zaanse Tijd e Museum Shop Albert Heijn

Si tratta del Museum Zaanse Tijd, il Museo degli Orologi, e del Museum Shop Albert Heijn, un museo ricostruzione di un famoso negozio di prodotti alimentari.

All’Orse Ket Aan’t Glop potrete sbizzarrirvi tra souvenir di ogni genere, mentre se siete curiosi di conoscere tutto sulla storia degli zoccoli olandesi e della loro lavorazione, allora Wooden Shoe Workshop è quello che fa per voi.

Wooden Shoe Workshop

Se siete golosi di formaggi come me, invece, troverete sicuramente grande soddisfazione visitando De Haal.

De Haal

De Haal era precedentemente un fienile, ora convertito in museo nel quale si racconta la storia di Henri Willig e della sua passione per i formaggi. Dal museo si accede al negozio nel quale potrete assaggiare e acquistare ogni sorta di prelibatezza.

E di museo in museo, di bottega in bottega, non tralasciate lo Zaans Museum, dove scoprirete tutto sull’Olanda, i suoi mulini, le sue industrie, le sue abitazioni.

Ho detto per caso mulini?

E mulini a vento siano.

 

I mulini a vento di Zaanse Schans

Zaanse Schans e i mulini a vento

Diciamocelo, chi viene a Zaanse Schans viene soprattutto per vedere i suoi mulini.

Il primo che si incontra è De Huisman. Era inizialmente utilizzato per macinare spezie e produrre tabacco, ma quando le materie prime divennero difficili da trovare, si passò alla produzione di senape.

De Huisman

Pochi passi dopo, eccoci davanti a De Gekroonde Poelenburg, il mulino di colore verde utilizzato come segheria. In un villaggio dove tutte le case sono in legno, direi che è proprio inevitabile…

De Gekroonde Poelenburg e De Kat

Il mulino successivo è De Kat, quello che abbiamo scelto di visitare noi. Attivo dal 1664, è specializzato nella produzione di vernici.

De Kat

Qui vengono macinati legno, pietre e gesso.

E’ molto interessante capire e vedere di persona i meccanismi che azionavano i mulini, aggirarsi all’interno di queste strutture che erano e sono anche oggi veri luoghi di lavoro.

Pensate che per l’alta qualità delle vernici prodotte, molti artisti e restauratori di fama internazionale si rivolgono a De Kat per l’acquisto dei materiali.

Proseguiamo.

Il prossimo mulino è De Zoeker, che ha cambiato nel corso del tempo la sua attività, passando da oleificio a frantoio.

De Zoeker

Het Jonge Schaap detiene un primato: è il più “giovane” tra i mulini che vediamo. Costruito nel 2007, è utilizzato anche questo come segheria.

Het Jonge Schaap

De Os è forse il più particolare tra i mulini che vediamo a Zaanse Schans. Costruito nel 1663, è tra i più antichi mulini del villaggio. Fino al 1916 era un “normale” mulino a vento, con le sue pale mosse dal vento. Ma ora qualcosa manca. In effetti, questo è l’unico mulino della zona alimentato da un motore diesel, quindi l’unico senza pale.

De Honge Schaap – De Os – De Bonte Hen

Anche De Bonte Hen, così come molti altri mulini, ha cambiato spesso la sua attività. Costruito nel 1693 come segheria, oggi è un frantoio.

Ora lasciamo i mulini… non tutti, per la verità… e torniamo a passeggiare per il paese.

 

Passeggiando per Zaanse Schans

Zaanse Schans e i mulini a vento

Prima di lasciare Zaanse Schans passeggiamo ancora un po’ tra le botteghe, curiosi di scoprire qualunque cosa su questo luogo incantato.

Oltre agli imponenti mulini a vento sulle rive del fiume Zaan, ne troverete altri due passeggiando per Zaanse Schans, più piccoli, ma non per questo meno significativi.

Il De Hadel è un mulino da prato usato per pompare l’acqua da un polder, mentre il mulino De Windhond è stato costruito nel 1890 da un padre come regalo per il settimo compleanno del figlio.

De Hadel

Abbiamo proprio terminato la nostra visita ed è arrivato il momento di qualche informazione pratica.

 

Biglietti

Zaanse Schans e i mulini a vento

Mentre l’ingresso al paese è gratuito, musei e mulini sono a pagamento. Per questo è consigliato l’acquisto della Zaanse Schans Card, che permette entrate a tariffe agevolate o addirittura comprese nel costo della card.

Al momento esistono due tipi di Zaanse Schans Card, quella base che attualmente costa 15,00 € e consente l’ingresso gratuito a musei e mulini, e quella più completa che comprende anche il trasferimento da/per Amsterdam con il bus 391 al costo complessivo di € 22,00 per persona.

Nel sito della Zaanse Schans Card troverete tutte le informazioni.

Per gli orari di apertura di musei, mulini a vento e negozi, consiglio di visitare il sito ufficiale di Zaanse Schans.

Non preoccupatevi se non conoscete l’olandese, perché il sito è disponibile in diverse lingue, tra cui l’italiano.

 

Come raggiungere Zaanse Schans

Zaanse Schans e i mulini a vento

Come dicevo all’inizio di questo articolo, Zaanse Schans è facilmente raggiungibile da Amsterdam.

Le alternative sono diverse, compresa una caratteristica gita in battello, ma noi esamineremo più a fondo solo due alternative: il bus e il treno.

 

  • Bus

Il bus 391 collega la capitale olandese a Zaanse Schans in circa 40 minuti.

Nel sito ufficiale potrete trovare tutte le informazioni aggiornate in tempo reale.

Il prezzo per il biglietto giornaliero è attualmente di € 11,50 (agg. 2020).

Il biglietto è acquistabile direttamente a bordo, on-line o nei diversi punti vendita e distributori automatici.

Attenzione, però: non è possibile acquistare a bordo utilizzando contanti. Se decidete per questa soluzione, quindi, munitevi di carta di credito.

C’è un’alternativa più veloce, è l’Express Line. La linea 891, infatti, collega Amsterdam a Zaanse Schans in appena 20 minuti.

 

  • Treno

Dalla Stazione Centrale di Amsterdam, prendete il treno diretto a Uitgeest e scendete alla quarta fermata, Koog-Zaandijk.

 

I treni partono ogni mezz’ora e il viaggio dura poco meno di 20 minuti.

Attualmente (2020) il costo del biglietto è di € 3,40 per persona a tratta.

Una volta arrivati, in circa 15/20 minuti a piedi raggiungerete Zaanse Schans.

Nel sito delle ferrovie olandesi troverete tutte le informazioni aggiornate in tempo reale.

 

Considerazioni finali

Zaanse Schans e i mulini a vento

Non c’è che dire, sia che si consideri Zaanse Schans un luogo troppo turistico o un museo a cielo aperto, secondo me vale la pena di visitarlo.

Quando all’orizzonte si intravedono i primi mulini e l’odore del cioccolato ti avvolge, si ha l’impressione di essere parte di una favola.

E allora corriamo, proviamoci gli zoccoli, assaggiamo il formaggio, scattiamo centinaia di foto in questo luogo magico.

In fondo cosa importa se forse tutto questo è anche un po’ “costruito”? Se serve per tornare bambini anche solo per poche ore, ben venga!

 

 

 

Translate »