Seleziona una pagina

Parco di Vigeland – Vigelandsparken

Vigelandsparken, un museo a cielo aperto

Oslo, Parco di Vigeland – Cosa vedere e come raggiungerlo

Oslo, Parco di Vigeland 

Che siate in Norvegia per una bella vacanza tra i fiordi o solo di passaggio a Oslo, non può mancare una visita al Parco di Vigeland.

Se probabilmente è uno dei parchi più belli d’Europa, è sicuramente il parco di sculture più grande al mondo.

Andiamo a scoprirlo insieme.

Vigelandsparken, questo il suo nome in norvegese, è un’oasi di pace nel centro di Oslo.

Parco nel parco, si può dire che il Vigelandsparken sia la parte più significativa del Frognerparken.

Oltre 200 sculture, per la precisione 212, sono tutte opere dello stesso artista, lo scultore Gustav Vigeland.

Realizzate in bronzo, ghisa, ferro e pietra, raffigurano uomini, donne, bambini e si susseguono lungo l’asse principale del parco, 850 metri che rappresentano un vero museo a cielo aperto. Dall’entrata principale, oltrepassando la fontana per arrivare al monolito e ancora oltre, fino a raggiungere la Ruota della Vita.

Eh, sì, perché è proprio questo il tema del parco. Vigeland voleva rappresentare qui il ciclo della vita.

Ma Vigeland non ha solo realizzato queste belle e allo stesso tempo curiose sculture, ha anche ideato e progettato il parco.

Come spesso accade, però, Vigeland non riuscì a vedere terminato questo bellissimo parco, che venne completato solo 7 anni dopo la sua morte.

Dopo questi primi accenni, possiamo iniziare la nostra passeggiata.

Come avviene per ogni parco, gli accessi sono molteplici, ma noi vogliamo fare le cose in grande e scegliamo l’entrata principale.

Il maestoso cancello in ferro battuto ci fa già capire quello che ci aspetta.

Subito sulla destra è l’ “autostatua” (se esiste l’autoritratto esisterà pure l’autostatua, no?) dello scultore.

Il ponte

Oslo, Parco di Vigeland 

Proseguendo, ecco davanti a noi il ponte, lungo 100 metri, che attraversa un grazioso laghetto.

Lungo le balaustre si alternano le statue in bronzo.

Beh, tutte e belle e indubbiamente particolari, ma la mia preferita è lei.

 

Il Sinnataggen, il bambino che arrabbiato pesta i piedi, si distingue tra le altre.

Avete visto che le manine e i piedini sono tutti lucidi e consumati? Certo, tutti vogliono fare la foto vicino a lui e toccarlo. Non si sa mai che porti fortuna!

Dopo aver lottato con una frotta di giapponesi armati di macchina fotografica che a turno si facevamo immortalare a fianco del bambino, possiamo finalmente proseguire.

La fontana

Oslo, Parco di Vigeland 

Oltre il ponte, la bellissima fontana in bronzo.

Il catino dal quale sgorga l’acqua è sorretto da sei uomini di diverse età. Tutto intorno, sculture a forma di albero, come per dare continuità al parco.

Non c’è che dire, è proprio bella.

Il monolito

Oslo, Parco di Vigeland

Ancora una breve passeggiata e una scalinata ci porta al monumento più significativo, il Monolitten o, per dirla a modo nostro, il Monolito.

Nella colonna, alta 17 metri, sono scolpite 121 figure umane intrecciate tra loro.

Altri gruppi scultorei ornano la scalinata.

Ma se pensate di aver finito qui la vostra passeggiata, vi sbagliate di grosso.

Guardate oltre il monolito.

Ancora scale, prima in discesa, poi in salita e finalmente si raggiungere una delle opere più rappresentative del parco, la Ruota della Vita.

La Ruota della Vita

Oslo, Parco di Vigeland 

Quattro adulti e tre bambini si intrecciano tra loro e formano un cerchio.

Questa è l’opera che più di ogni altra racchiude in sé tutto il significato del parco, dalla nascita alla morte, viene rappresentato come non mai il cerchio della vita.

Considerazioni

Oslo, Parco di Vigeland 

Personalmente, ho trovato molto interessante questo parco. non è stata una semplice passeggiata in uno dei tanti parchi pubblici che ho visitato nell’arco degli anni. Il Vigelandsparken è decisamente qualcosa di diverso, una passeggiata in un museo fuori dai soliti canoni che può arricchire tanto quanto una visita in uno dei musei più tipici.

Orari di apertura

Oslo, Parco di Vigeland 

Il parco è aperto tutti i giorni, 24 ore al giorno.

L’accesso è gratuito.

Come raggiungere il Parco di Vigeland

Oslo, Parco di Vigeland 

L’entrata principale del parco si trova in Kirkeveien.

A piedi:

Vigelandsparken è raggiungibile con una bella passeggiata a piedi dal centro di Oslo.

Se prendiamo come punto di riferimento il Palazzo Reale di Oslo, con una camminata di neanche 30 minuti saremo all’ingresso del parco.

Se invece preferite spostarvi coni mezzi pubblici, potete scegliere se servirvi del tram o della metro.

Nel primo caso, dal centro di Oslo il tram 12 vi porterà davanti all’entrata del parco, altrimenti, scegliete tra le linee 1-2-3-4-5 della metro e scendete alla stazione Majorstuen. Solo 850 metri a piedi, circa 10 minuti, e avrete raggiunto l’ingresso.

Adesso avete tutte le informazioni necessarie, siete pronti per una bella passeggiata nel parco più particolare d’Europa.

Se volete approfondire l’itinerario nella Norvegia del Sud, cliccate qui.

Translate »