Seleziona una pagina

Kamakura

Una giornata alla scoperta dell’antica capitale del Giappone

Kamakura – Cosa vedere in un giorno

Kamakura si trova nella prefettura di Kanagawa, a circa 60 km da Tokyo in direzione sud.

E’ ben collegata a Tokyo, il viaggio è di appena un’ora e il biglietto del treno è relativamente economico, il che la rende una delle mete preferite per un’escursione in giornata dalla capitale.

Kamakura è senz’altro l’alternativa perfetta per chi vuole fuggire dal caos delle metropoli e rifugiarsi nella tranquillità dei templi e dei santuari.

Scelta in passato come capitale dagli shogun della dinastia Minamoto – Kamakura è stata capitale del Giappone dal 1185 al 1333 – è una città indubbiamente ricca di storia.

Così, durante una delle nostre vacanze in Giappone, abbiamo deciso di visitarla.

Ecco il racconto della nostra giornata.

Diciamocelo pure, quando si pensa a Kamakura, la prima cosa che viene in mente è il Grande Buddha ed è proprio dal Kotoku-in che abbiamo iniziato.

Dalla stazione di Kamakura, seguendo la folla interminabile di turisti, ci si ritrova quasi senza accorgersene proprio davanti all’ingresso del complesso che custodisce la famosa statua.

 

Kotoku-in

Kamakura – Cosa vedere in un giorno

Realizzata interamente in bronzo, la statua del Buddha Amida raggiunge i 13 metri di altezza e pesa ben 93 tonnellate.

E’ seconda per dimensioni soltanto al Buddha del Todai-ji di Nara, ma probabilmente perché questa si trova all’aperto e non rinchiusa tra quattro mura, sembra decisamente più imponente.

All’aperto… ma non è sempre stato così. Infatti, questa statua che ora vediamo immersa nella natura, un tempo di trovava all’interno di un tempio, andato distrutto nel 1495 a causa di uno tsunami.

La statua è cava e acquistando un biglietto è possibile visitarla internamente, ma noi abbiamo preferito ammirarla in tutto il suo splendore rimanendone fuori.

Grande Buddha di Kamakura

Tra una foto e l’altra passa comunque un’ora e il resto della giornata lo dedichiamo a visitare altri templi della città.

Iniziamo dal santuario Tsurugaoka Hachimangu, distante dal Grande Buddha circa una quarantina di minuti a piedi. Ovviamente, è possibile spostarsi anche con i mezzi pubblici, ma noi preferiamo goderci la città e intanto notare le curiose indicazioni in caso di evacuazione.

Tsurugaoka Hachimangu

Kamakura – Cosa vedere in un giorno

Già in lontananza questo santuario sembra particolarmente attraente.

Tsurugaoka Hachimangu

Entrando, la prima cosa che notiamo è che stanno celebrando un matrimonio. Non potevamo essere più fortunati. Ci soffermiamo curiosi. E’ bello vedere le differenze tra le diverse religioni e di conseguenza tutte le tradizioni che cambiano.

Matrimonio al Tsurugaoka Hachimangu

Adesso, però, basta! Abbiamo sbirciato troppo, concentriamoci sulla visita di questo affascinante luogo sacro.

Fondato nel 1063 dal capostipite del clan dei Minamoto per rendere omaggio al Dio della Guerra Hachiman, questo santuario shintoista, il più importante di Kamakura, è stato il centro della vita religiosa della città per tantissimi anni.

Per sottolinearne l’importanza, l’edificio principale si trova in cima ad una collinetta, rialzato rispetto al resto della città.

Tsurugaoka Hachimangu

Completamente immersi nella natura, si trovano una moltitudine di templi minori.

Il complesso è molto esteso e il tempo a nostra disposizione non è tanto.

Da qui capisco già che sarà impossibile visitare tutti i templi di Kamakura, per cui è arrivato il momento di decidere. Quale sarà il prossimo che visiteremo?

La risposta non può essere che una: il Kencho-ji, non molto distante da dove ci troviamo adesso.

Neanche un quarto d’ora di cammino e siamo arrivati.

 

Kencho-ji

Kamakura – Cosa vedere in un giorno

Il Kencho-ji è il più antico tempio di Kamakura e il primo tra i cinque templi zen della città, fondato da Hojo Tokiyori nel 1253 durante l’era Kencho (da qui il nome del tempio).

Appena oltrepassata la Porta Sanmon,

San-mon

ci imbattiamo nella famosa campana del tempio, tesoro nazionale.

Bonsho

Subito oltre, il Butsuden, il padiglione principale, con alle spalle il meraviglioso giardino.

Butsuden

Ancora oltre, è la zona dove vivono i monaci (Hojo), poi lo splendido giardino zen Shin-ji Ike.

Hojo, porta di ingresso

Questo tempio è stata davvero una bella scoperta, soprattutto per me che pensavo che a Kamakura avrei visto solamente il Buddha.

A questo punto, è ora di tornare verso la stazione e per farlo percorriamo la famosa Komachi-dori, strada ricca di negozi e locali, punto centrale della città. Cerchiamo almeno per questa volta di resistere allo shopping.

Komachi-dori

La nostra giornata a Kamakura termina qui. Alle 16.52 riprendiamo il treno che ci riporta a Tokyo, pronti per scoprire altri segreti della capitale nipponica.

Ora qualche informazione utile e soprattutto alcune considerazioni.

 

Come arrivare

Kamakura – Cosa vedere in un giorno

I treni della JR collegano Tokyo a Kamakura.

Nello specifico, quelli della JR YOKOSUKA LINE collegano direttamente la stazione di Tokyo a Kamakura, passando per Shinagawa, Yokohama, Totsuka e Kita-Kamakura.

Il tempo di percorrenza è di circa un’ora e attualmente (2020) il costo del biglietto è di 940 yen a tratta..

Per i possessori del JRP, il costo del trasferimento è compreso nel biglietto.

Una nota: potete scegliere indifferentemente la stazione di Kita-Kamakura o quella di Kamakura, dipende unicamente dal vostro itinerario.

Mentre la stazione di Kamakura è più vicina al Kotoku-in e quindi al Grande Buddha, quella di Kita-Kamakura è la preferita per chi decide di visitare la cosiddetta “zona dei templi”, che comprende diversi edifici religiosi tra i quali il Kencho-ji

L’ideale sarebbe scendere a Kamakura, così da visitare il Buddha quando ancora potrebbe non essere preso d’assalto dai turisti, per poi riprendere il treno da Kita-Kamakura.

 

Considerazioni finali

Kamakura – Cosa vedere in un giorno

Spesso, anzi quasi sempre, Kamakura si visita in giornata partendo da Tokyo.

A mio avviso, col senno di poi, una giornata non è sufficiente per vedere tutti i templi e i santuari della città.

In una giornata siamo riusciti a vederne solo tre e a concederci una passeggiata lungo Komachi-dori, la strada dello shopping.

Se volete vedere più cose, dovete necessariamente affidarvi ai mezzi pubblici che, come si sa, in Giappone sono molto efficienti.

A fronte di tutto ciò, una giornata a Kamakura è consigliata? Certamente, ma se avete tempo, sono meglio due!

 

Translate »