Seleziona una pagina

Nara e i fasti dell’antica capitale

La mia giornata tra templi, santuari e cervi

Un giorno a Nara – Cosa vedere

Oggi andiamo a Nara, capitale del Giappone dal 710 al 794. Una città ricca di storia e cultura, tanto da essere stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Nara si trova a circa 40 km di distanza da Kyoto, quindi quale modo migliore per raggiungerla se non in treno?

Come al solito, decidiamo di partire presto, così da avere praticamente tutta la giornata a nostra disposizione.

In realtà, anche se spesso si sceglie di trascorrere solo una giornata a Nara, la visita della città richiederebbe molto più tempo, così è necessario avere le idee ben chiare su cosa si vuole vedere e noi le abbiamo.

Arrivare ai primi siti è facilissimo.

Usciti dalla stazione di Nara JR, imboccate Sanjo-dori, la principale via dello shopping della città.

Oltrepassate il Sarusawa Pond, un piccolo laghetto contornato da salici, e subito dopo, sulla sinistra, troverete l’ingresso del Kofuku-ji, uno dei Quattro Grandi Templi di Nara e sede della scuola buddista Hosso. 

 

Kofuku-ji

Un giorno a Nara – Cosa vedere

Il tempio originario, edificato per volere della famiglia Fujiwara nella zona dove oggi sorge Kyoto, ospitava la triade Shaka, che vedeva il Buddha Sakyamuni affiancato da due assistenti. 

Solo quando Nara divenne capitale del Giappone, il tempio venne smontato, collocato nella posizione attuale e successivamente ampliato.

Kofuku-ji

La pagoda a 5 piani è alta 50 metri ed è seconda solo a quella del Toji a Kyoto.

Kofuku-ji, Pagoda

Ma ad attirare la nostra attenzione sono più che altro i Padiglioni Ottagonali, bellissime costruzioni che delimitano i lati nord e sud del complesso.

Kofuku-ji, Padiglione Ottagonale

Le cose da dire su questo tempio e sulle bellezze artistiche che ospita sarebbero proprio tante e se siete interessati, vi consiglio di visitare il sito ufficiale del Kofuku-ji

Ma a parte la bellezza di questi luoghi, sapete qual è la cosa più tipica di Nara? La passeggiata tra i cervi, un vero divertimento, non solo per i bambini.

In ogni angolo della città, questi simpatici animaletti scorrazzano tra i turisti e se non vengono loro da me, vado io da loro.

Nonostante le tante soste per vedere da vicino i cervi, in appena 10 minuti siamo davanti al Todai-ji.

 

Todai-ji

Un giorno a Nara – Cosa vedere

Il Todai-ji non è solo uno dei templi buddhisti più famosi di Nara, ma addirittura uno dei più importanti del Giappone.

E’ conosciuto soprattutto per la grande statua di Buddha e noi non vogliamo assolutamente perdercela.

Seguiamo la folla di devoti e turisti. 

Todai-ji

Oltrepassata la porta, dei tanti edifici del complesso, il primo che notiamo è il Daibutsu-den.

Impossibile non vederlo. Il padiglione nel quale è custodito il Buddha, infatti, ha il suo primato: è l’edificio in legno più grande al mondo.

Mentre all’intero complesso si accede liberamente, l’ingresso al Daibutsu-den è a pagamento, ma non fate l’errore di non entrare, vi perdereste una delle cose più caratteristiche del Giappone.

Daibutsu-den

Appena entrati, ci ritroviamo davanti proprio lui, il Daibutsu, il Grande Buddha, alto 14 metri, realizzato interamente in bronzo e ricoperto d’oro.

Daibutsu

Il Buddha è affiancato da due Bodhisattva, esseri umani destinati all’Illuminaione.

E proprio a proposito di Illuminazione, quella divina, intendo, all’interno del Daibutsu-den c’è una colonna che potrebbe passare quasi inosservata, se non fosse per un foro largo 50 cm che la attraversa da parte a parte.

La tradizione vuole che chiunque riesca a passare attraverso il buco, riceverà il dono dell’Illuminazione spirituale.

Ovviamente gli unici che riescono nell’impresa sono i bambini, ma perché non provare?

Non c’è che dire, il Todai-ji e il sua Buddha meritano tutta la fama che hanno.

 

Nara Koen

Un giorno a Nara – Cosa vedere

Continuiamo la nostra visita di Nara attraversando il bellissimo parco costellato di templi e santuari, dove i cervi si aggirano indisturbati creando un’atmosfera unica.

Incontriamo subito il Nigatsu-do, un piccolo tempio che fa sempre parte del complesso del Todai-ji.

Nigatsu-do

E’ un tempio minore, è vero, ma è comunque delizioso e dalla sua terrazza si ha una bellissima vista su tutta la zona circostante.

Proseguiamo la nostra passeggiata. E’ un continuo alternarsi di templi e santuari, di lanterne e di ema, le piccole tavolette votive lasciate dai fedeli.

Quando vediamo l’indicazione per il Kasuga Taisha non possiamo resistere.

Kasuga Taisha

Il Kasuga Taisha è un santuario molto frequentato, probabilmente il più famoso della città, dedicato alla divinità protettrice di Nara.

La caratteristica di questo tempio sono le sue lanterne, tutte donate dai fedeli.

E’ tutto molto suggestivo.

Camminando nel parco, raggiungiamo quasi per caso lo Shin Yakushi-ji.

Shin Yakushi-ji

Lo Shin Yakushi-ji è un tempio buddhista molto frequentato qui a Nara, perché si dice che il Buddha custodito nella sala principale combatta le malattie e allevi le sofferenze.

 

La giornata è volata, è ora ti tornare a Kyoto. Seguiamo le indicazioni per la stazione, da qui non è lontana.

Nara è stata una piacevole scoperta e sarebbe stato bello dedicare più tempo ai suoi templi, ai giardini e, perché no, anche al Museo Nazionale.         

Ma il treno sta per partire. Tornate a Kyoto con noi?

 

Come arrivare

Un giorno a Nara – Cosa vedere

Generalmente, chi decide di visitare Nara in giornata lo fa partendo da Kyoto.

In questo caso, il mezzo più pratico, veloce e comodo è sicuramente il treno.

I treni della JR Line partono da Kyoto ogni 30 minuti circa e in meno di un’ora raggiungono la stazione di Nara JR.

Il biglietto è compreso nel JR Pass.

Dalla stazione di Nara, in pochi minuti a piedi si raggiungono i siti di maggiore interesse.

 

A questo punto, avete tutte le informazioni necessarie per trascorrere una piacevole giornata a Nara.

Buona passeggiata!

 

 

Translate »