Seleziona una pagina

CINA

Ovunque tu vada, vacci con tutto il tuo cuore

Cina cosa vedere, itinerari, informazioni

La Cina non solo è il paese più popoloso del mondo, con oltre 1.4 miliardi di abitanti, ma è anche oltremodo vasto, con una superficie di 9.597.000 kmq.

Proprio per questo motivo non è facile organizzare un viaggio, soprattutto se lo si vuole fare in completa autonomia.

Lingua, scrittura e tradizioni totalmente diverse da quelle europee potrebbero spaventare anche i viaggiatori più audaci. Ma sono proprio queste differenze ad attirare fin dai tempi di Marco Polo migliaia di persone verso la Cina.

Tutto sommato, è sufficiente individuare bene i luoghi da visitare e tutto diventa più facile.

Come prima volta, e soprattutto se non si parla il cinese, è meglio concentrarsi sulle grandi città.

Le tradizioni più radicate e l’architettura caratteristica cinese che troverete a Pechino e Xi’an sono in netto contrasto con la modernità di Shanghai.

Dovete solo scegliere quello che preferite.

Giardini, pagode e templi VS centri commerciali, grattacieli e architettura moderna.

Tradizioni Vs futuro.

Comunque, un paese bellissimo che vi ruberà il cuore.

 

Prima di partire, però, qualche informazione pratica.

 

Informazioni pratiche 

Cina cosa vedere itinerari informazioni

  • È necessario avere il visto valido per il periodo del soggiorno. Per le informazioni sul visto e su come ottenerlo, cliccate qui.
  • La presa della corrente è la stessa utilizzata in Europa.
  • Se volete collegarvi a internet, ed è quasi certo che vogliate farlo, è necessario munirsi di VPN. Come sicuramente saprete, in Cina non si può accedere alla maggior parte dei siti e delle app occidentali, quindi una VPN vi consentirà di eludere questi blocchi.
  • La moneta è il Renminbi cinese, che potete tranquillamente procurarvi in Italia. Sentirete comunque parlare spesso di yuan, che è l’unità monetaria del renminbi. A sua volta, lo yuan si suddivide in jiao e fen.
  • Nelle stazioni dei treni e delle metropolitane, le indicazioni sono anche in inglese.
  • I biglietti del treno sono acquistabili solo esibendo il passaporto, quindi non si possono acquistare in autonomia dall’Italia. Se si vogliono acquistare anticipatamente, è necessario appoggiarsi ad un’agenzia specializzata, altrimenti si possono comprare in loco, ma ricordate che in pochissimi in Cina parlano l’inglese, quindi può risultare particolarmente difficoltoso.
  • Se utilizzate i taxi per gli spostamenti, portate sempre con voi il nome scritto in cinese del posto che volete raggiungere.
  • Portate con voi un vocabolario tascabile. Come abbiamo già detto, in Cina l’inglese è poco parlato e un vocabolario potrebbe tirarvi fuori dagli impicci più di quanto non pensiate.
  • Ricordate che per avere accesso a quasi tutte le attrazioni turistiche è necessario esibire il passaporto, quindi portatelo sempre con voi.

 

Noi iniziamo il nostro viaggio da Pechino. Se vi va di unirvi virtualmente a noi, cliccate qui.

 

 

 

Ripensando alla Cina…

Cina cosa vedere itinerari informazioni

La Cina è un paese meraviglioso, adesso posso affermarlo perché l’ho provato di persona.

Certo, ci sono alcune cose che a noi occidentali che ci avviciniamo alla loro cultura per la prima volta possono sembrare un po’ strane: la gente che sputa per strada ma che ti guarda con terrore se starnutisci in un luogo pubblico, i bambini che girano tranquillamente senza pannolone e che fanno i loro bisogni ovunque, persino i guanti che ti danno nei ristornati per non sporcarsi le mani (praticamente non esistono tovaglioli). I cinesi che guardano gli europei come se venissero da Marte, le code ovunque, il traffico esagerato e il caos che rischi a di mettere a dura prova i nervi. 

Ma tutto questo, insieme agli anziani che praticano arti marziali nei parchi, ballano ovunque o giocano a carte (lo ammetto, una partita me la sarei fatta volentieri…) rendono questa nazione unica nel suo genere, qualcosa che non avevo mai visto prima.

La lingua, tutto sommato, è un ostacolo che si aggira facilmente. Basta farsi trovare preparati, portare sempre con sé gli indirizzi scritti in cinese, un piccolo vocabolario o, perché no, un traduttore offline.

Un consiglio: contrattare, contrattare, contrattare sempre! Non accettare mai il primo prezzo proposto. Il margine di contrattazione è molto ampio, fidatevi.

Pechino, Xi’an, Shanghai. Difficile dirvi quale sia stata la mia preferita o quale mi sia piaciuta di più. Tutte diverse, tutte belle, tutte particolari e uniche per le loro caratteristiche.

Forse, come spesso succede, le cose più pubblicizzate sono quelle che impressionano meno. Passeggiare tra gli Hutong di Pechino mi ha dato più emozioni che vedere la Città Proibita, ma non cambierei di una virgola questa vacanza e credo che per avvicinarsi alla Cina questo sia l’itinerario ideale.

Alla luce di tutto consiglierei la Cina? Cento, mille volte! E non è detto che in futuro non si possa decidere di tornare.

Translate »