Seleziona una pagina

Sentiero dei Limoni

Da Maiori a Minori, una passeggiata tra i limoni

Sentiero dei Limoni

Se vi piace camminare, avete un po’ di tempo e siete curiosi di vedere la Costiera Amalfitana dall’alto, il Sentiero dei Limoni è quello che fa per voi.

Il Sentiero dei Limoni, che collega Minori a Maiori, è in gran parte pavimentato.

Non è un percorso difficile, né particolarmente faticoso, anche se i saliscendi e gli scalini non mancano di certo.

Difficile dire quanto tempo si impiega per percorrerlo, perché le occasioni per fermarsi a fotografare e fare una sosta sono tantissime, ma direi comunque non più di un’ora.

Sarebbe un peccato, però, non godere appieno del panorama, quindi consiglio di metterci tutto il tempo che serve. Gli scorci sul mare sono davvero bellissimi e ci sono angoli nascosti che meritano davvero un po’ del nostro tempo.

 

Da dove inizia il Sentiero dei Limoni?

Sentiero dei Limoni

Se partite da Maiori, il punto di accesso al Sentiero dei Limoni è nei pressi della Collegiata di Santa Maria a Mare.

Se, invece, come noi partire da Minori, tenete come punto di riferimento la Basilica di Santa Trofimena. Da lì proseguite lungo Via Giovanni XXIII. Poco dopo, sulla destra troverete gli scalini di Via Torre, l’inizio del sentiero.

284 scalini separano Minori dal Belvedere della Mortella, la prima delle nostre fermate.

Sentiero dei Limoni

Prima del belvedere, vi troverete ad un bivio. Proseguire mantenendo la destra.

Andando verso sinistra si arriva al Convento di San Nicola e da lì si può continuare verso Ravello, ma il sentiero è ovviamente tutto in salita.

Il Sentiero dei Limoni, comunque, è ben segnalato e non correrete certo il rischio di perdervi.

 

Belvedere della Mortella

Sentiero dei Limoni

Poco dopo il bivio, si arriva al Belvedere della Mortella, il primo e forse il più famoso dei tanti punti panoramici che si incontrano nel percorso.

Sentiero dei Limoni
Da qui si vede bene Minori, ma soprattutto si vedono ancora meglio le coltivazioni a terrazzo di viti e limoni che caratterizzano la Costiera.

E per chi ha la vista buona, in lontananza si vedono anche Ravello (sicuramente più facile da individuare vista la posizione elevata) e Amalfi.

Ma che strano nome questo belvedere. Perché si chiama così?

E’ presto detto: “mortella” è il nome dialettale del mirto, molto diffuso in questa zona.

 

Villaggio Torre

Sentiero dei Limoni

Appena passato il Belvedere della Mortella, ci ritroviamo nel centro del Villaggio Torre e davanti a noi c’è la Chiesa di San Michele Arcangelo.

Sentiero dei Limoni
La chiesa ha origine molto antiche e pur non conoscendone esattamente l’anno di fondazione, si pensa che sia stata costruita prima del 936 sulle rovine di un’ara preesistente dedicata al Sole.

 

Lungo il sentiero

Sentiero dei Limoni

Tutto il sentiero riporta indietro nel tempo, a quando lungo questa strada donne e uomini trasportavano in spalla o con l’aiuto degli asini, casse di limoni che raggiungevano anche i 60 kg.

Sentiero dei Limoni

Proprio in questa zona, infatti, viene coltivato il famoso limone della Costiera, lo sfusato amalfitano.

Peccato solo che in settembre dei limoni non ci sia neanche l’ombra, ma se passerete di qui tra maggio e agosto, allora sarete avvolti da un fortissimo odore di agrumi.

Anche le case che si incontrano sono lontane anni luce da quelle che abbiamo visto fino ad ora a Positano o Amalfi. Sono abitazioni semplici e i pochi abitanti che abbiamo incontrato sono stati davvero cordiali e ci hanno invitato in più di un’occasione a scambiare quattro chiacchiere.

Sentiero dei Limoni
Pensate che prima della costruzione della Statale, questa era l’unica strada che collegava Maiori e Minori.

 

Per noi, il Sentiero dei Limoni termina a Maiori. La cupola della Collegiata di Santa Maria al Mare spunta tra le case ed è sempre più vicina.

Costiera Amalfitana – Itinerario – Cosa vedere

Conclusioni

Il Sentiero dei Limoni è un’ottima opportunità per vedere la Costiera da un altro punto di vista e soprattutto è l’ideale per allontanarsi dalla confusione e dalla folla.

Un sentiero facile e super consigliato, anche se in alcuni punti il terreno può essere leggermente scivoloso, ma niente che non si possa affrontare con un paio di scarpe comode.

Unica cosa, se potete evitate le ore più calde del pomeriggio e portate con voi un po’ d’acqua.

 

Se volete continuare con noi la vacanza in Costiera, cliccate qui.

 

 

 

Translate »